Come sfatare il mito della Germania terra promessa e trasferirsi a Palermo
Blog / Storie, facce e luoghi

Ovvero le confessioni di un espatriato pentito, di Emanuele Lami Grifeo.
Sono a Palermo con mia moglie per prendere una pausa dal freddo, dalla pioggia ed dall’immutabile grigiore berlinese. Pur essendo Febbraio, qui ci sono 15 gradi ed un sole caldo che sembra aprile. È l’ultimo giorno di vacanza, Palermo ci ha già abbondantemente coccolato l’anima con i suoi colori, profumi e sapori.

La dialettica dell’insediamento urbano: Napoli fra introiezione e proiezione
Blog / Storie, facce e luoghi

Di Aurosa Alison – Napoli può teorizzarsi sotto forma di un percorso fra la dialettica bachelardiana del dentro/fuori alle teorie della Città Infinita di Aldo Bonomi. Il suo manto urbano comprende il passaggio dagli spazi angusti che introiettano e che permeano la rete urbanistica ad un immaginario dei limiti. I confini che generano altri confini e danno modo di interpretare il limite come paradosso. Una città che rappresenta una teoria dell’ordine e dello spazio, che sfociando nel caos infinito dei suoi vicoli sotto i quali coesistono le stratificazioni di altre sette città, ne risalta il carattere dialettico.

Gli Hupomnémata tra Facebook e Foucault – La ‘scrittura di sé’ sui social network come dispositivo pedagogico
Media e Immaginario / Teoria Pop

di Mimmo Pesare – Le ‘pratiche di soggettivazione’ per eccellenza, secondo Foucault, sono rappresentate dalle tecnologie del sé, ossia da dispositivi culturali che agevolano i processi riflessivi e che alimentano la soggettività promettendo forme di autorealizzazione, tra le quali spicca l’écriture de soi, lo scrivere di sé.
L’écriture de soi come ‘pratica del sé’ in senso foucaultiano potrebbe essere scomodata per riflettere su Facebook?